l’isola

NOSY BE è una splendida isola, posta all’interno del canale del Mozambico nella parte nord ovest del Madagascar da cui è separata da 2 miglia di mare sempre calmo perché al riparo di altre isole.
Si estende su una superficie di 300 kilometri quadrati con una lunghezza di circa 25 kilometri, verde per la ricca stagione delle piogge e per la presenza di 11 laghi, collinosa, mossa, varia con al centro una rilievo il Mont Passot che raggiunge i 450 metri. Le coste sono varie e frastagliate, alternano spiagge a tratti rocciosi.
60 mila abitanti di varie etnie e differenti religioni costituiscono la sua popolazione mite e sorridente.
La lingua ufficiale, più comunemente parlata e compresa da quasi tutti i locali è il Francese

Le strade:
Le due più importanti sono asfaltate, la prima la storica, congiunge gli estremi nord e sud dell’isola, attraversandola per intero.
La seconda più recente parte da Helville, passa per Facene e raggiunge il lato nord dell’Isola, costeggiandolo da est a ovest.
Oltre a queste vi sono numerose strade non asfaltate, piccoli viottoli e sentieri che si inoltrano nella foresta e raggiungono posti sperduti e meravigliosi.

Villaggi:
Hellville la capitale nel sud dell’isola, dalle colline declina dolcemente verso la baia del porto.
Sin da tempi antichi sede del governo dell’isola, affianca ad una parte antica di struttura coloniale ampie zone di case mal costruite spesso in lamiera e poco altro. Vi si può trovare tutto ciò che serve alla vita sull’isola: mercato della frutta e verdura, della carne, del pesce al porto, supermercato con prodotti Italiani e Francesi, alcuni buoni ristoranti, bar con croissant e pane Francese.
Ambatoloka: è il centro mondano dell’isola, numerosi hotel, ristoranti e piccoli localini che la sera si animano con musica anche dal vivo. Vi sono negozi e un paio di supermercati
Dzamanzar: piccolo villaggio di capanne e bidonville, mercato del pesce, carne frutta e verdura.

Spiagge:
Andilana è la spiaggia più bella dell’isola, è posta a Nord, raggiungibile da Casa Faly in 5 minuti di auto o con una splendida passeggiata di mezzora nei campi tra i villaggi di capanne della popolazione locale.
Mai affollata, è talmente lunga e ampia che la tranquillità e la privacy sono assicurate. Un ristorante mette a disposizione dei clienti lettini e parasole in paglia.

Madirokely/ambatoloka, a mezzora di auto da Casa Faly, posta nella zona centrale dell’isola, si estende alle spalle della zona più frequentata dell’isola, sia di giorno che di notte. E’ divertente perché consente di ammirare lo stile di vita dei locali, per il mercato del pesce e perché da lì partono la maggior parte delle escursioni verso le altre isole. I ristoranti e gli alberghi che si affacciano sulla spiaggia sono attrezzati anche con lettini ed ombrelloni.

Spiagge del Nord; una serie di spiagge che si trovano nel nord est dell’isola raggiungibili percorrendo la nuova strada panoramica che dall’aeroporto di Facene conduce al nord dell’Isola, selvagge e non attrezzate.

Siti da vedere:
Mont Passot, da cui si gode una vista a 360 gradi su Nosy Be, raccomandato al tramonto.
Le Cascate, che formano un laghetto in cui è possibile immergersi contornati da una parete scoscesa e vegetazione ricca e rigolgliosa.
Arbre Sacrè, è un intreccio di Ficus Benjamin di proporzioni enormi che creano un sito magico, riconosciuto come luogo sacro dalla religione Indu.
La foresta Fluviale di Lokobe: si raggiunge solo in piroga con una traversata di mezzora in una baia ben riparata. Lì con una camminata sulle colline che dominano il mare si incontrano piante fiori e animali di ogni genere.
Il villaggio dei pescatori; alla fine di una splendida strada di terra rossa che arriva al mare.
I laghi dove oltre a scorci meravigliosi si possono vedere i coccodrilli

Il cibo
L’isola ha storia di dominazioni, Francesi e portoghesi che hanno influenzato le popolazioni che lì si erano insediate provenendo dall’India, dall’Arabia e dalla vicina Africa.
Un melange di cucine su cui la Francese e ormai quella Italiana emergono per la qualità dei ristoranti.
Il pane, emblematico della cultura di un luogo, è la baguette francese, che si può acquistare in qualsiasi angolo dell’isola, più o meno raffinata.
Con poco denaro si possono gustare piatti italiani e francesi in ottimi ristoranti che non hanno nulla da invidiare a dei buoni ristoranti europei.